porto ghiacciolo Monopoli

Porto Ghiacciolo, ubicato a sud della città di Monopoli, all’ombra dell’antica Abbazzia di Santo Stefano, è una tipica insenatura della costa caratterizzata da acqua particolarmente gelide a causa della presenza di diverse sorgenti naturali. Il lido si presenta come una struttura ben collegata alla città, grazie al servizio di trasporto publico.

Distanza dal centro

della città: 10 minuti (in auto)
Periodo di apertura: Da maggio fino a metà settembre
Posti totali: circa 800

Servizi:
Parcheggio a pagamento, bar, utilizzo di lettini e docce, fast-food, ristorante (menù per vegetariani e per celiaci su richiesta), accesso a mezzi pubblici, assenza di barriere architettoniche, spazi verdi.

Contrada Santo Stefano SN
Città: Monopoli
Provincia: Bari

TI POTREBBE INTERESSARE?

 

 

Praia dos Pescadores – Albufeira (Portogallo)

Albufeira è una località turistica della zona sud del Portogallo, molto conosciuta per la sua praia do Tunel (spiaggia di Penero). Ad un tratto la spiaggia si incava leggermente, per ospitare una baia in cui sono presenti sempre barche coloratissime di pescatori, praia dos Pescadores appunto. Le due spiagge sono separate da un molo. La spiaggia è ampia, con sabbia chiara tendente al giallo e sempre pulita, acqua limpida color blu cobalto, a ridosso della città.

Si tratta di un piccolo paradiso fuori dal tempo, se consideriamo il contesto storico che la riguarda (anticamente Albufeira era un piccolo borgo di pescatori), anche se oggi si è modernizzata (e perfettamente adattata alla zona moderna in cui sorge) grazie a un servizio lettini e ombrelloni e diversi bar e ristorantini dai quali si può godere di un ottimo panorama. La spiaggia è abbastanza frequentata, specialmente da locali e da turisti provenienti da tutta Europa. L’alta e la bassa marea la rendono caratteristica e i colori che si mescolano tra sabbia e mare insieme alle barche, contribuiscono a darne un impronta suggestiva. In alta stagione è possibile sovraffollamento e la musica non manca mai.
Naturalmente il mare non è mare ma è Oceano e l’acqua è mossa e piuttosto fredda.

 

 

 

TI POTREBBE INTERESSARE?

 

 

 

 

Spiaggia Platja Macarella – Minorca

Una delle spiagge più belle dell’isola di Minorca, Cala Macarella ha una caratteristica forma a ferro di cavallo, circondata da scogliere e da una fitta pineta, presenta un paesaggio selvaggio, sabbia morbida e mare dall’acqua cristallina. 
Il parcheggio si trova a circa un chilometro di distanza dall’accesso alla spiaggia, raggiungibile dopo una passeggiata su una strada di sabbia battuta. La spiaggia si presenta piccolina, sempre molto pulita, con il suo mare calmo e colorato di turchese, ed è spesso affollata. La presenza della vegetazione, permette di ristorarsi all’ombra, sono presenti docce a pagamento e un chiosco che effettua anche servizio ristorante. 

Essendo in una baita, la spiaggia è protetta dal vento quindi il mare è molto calmo ma il fondale non è dolce ed è poco adatto ai giochi dei bambini. Questa spiaggia, inserita in un ambiente naturale molto suggestivo, è una delle località più frequentate dell’isola di Minorca e delle Baleari, ed è un vero paradiso per chi ama la natura. Nei pressi di Platja Macarella c’è la piccola spiaggia Macarelleta, una versione mignon della precedente, ma non per questo meno affascinante.

TI POTREBBE INTERESSARE?

Spiaggia Aharen Beach a Tokashiki Island – Giappone

La spiaggia di Aharen (Aharen Beach) si trova nell’isola di Tokashiki (Okinawa), conosciuta in tutto il mondo per i suoi coralli e lo splendido mare. 
L’isola è raggiungibile tramite traghetti che partono dal porto di Tomari a Naha e raggiungono tutte le isole Keramas (Tokashiki, Zamami, Aka e altre isolette minori). Il tragitto è di circa un’ora.
La spiaggia di Aharen presenta sabbia bianca e fine, acque limpide, azzurre e calme, dai colori cangianti. La barriera corallina vicina a riva la rende adatta allo snorkeling, grazie alla straordinaria varietà di coralli (oltre 400 specie) e la sua ricca fauna marina di pesci tropicali. 

In spiaggia c’è un servizio di noleggio ombrelloni fai da te, e a pochi passi una locanda, dove è possibile fare anche docce a pagamento. Non è in alcun modo attrezzata e la presenza del corallo rende necessario l’utilizzo di ciabattine protettive anche in acqua. E’ possibile usufruire di escursioni giornaliere e, per i più temerari, accamparsi con tenda e soggiornare una notte intera immersi nella sua magica atmosfera. 

Whitehaven Beach – Queensland – Australia

La spiaggia di Whitehaven (Whitehaven Beach) si trova nel Queensland australiano ed è davvero speciale. Si estende per oltre 7 chilometri, la sabbia è bianca e brillante per l’abbondante presenza di silice, il mare ha colori cangianti dall’azzurro al verde al blu a seconda dell’alta e della bassa marea ed è popolato da una fauna marina sorprendente. Viene definita come una delle spiagge più belle dell’Australia (non solo dai turisti ma anche dagli australiani stessi!) ed è inserita nei principali percorsi turistici. 

Si tratta di un luogo molto gettonato ma la sua estensione permette di goderne al massimo in ogni stagione dell’anno. Durante la bassa marea, è possibile camminare nelle sue acque basse e calme, mentre quando la marea comincia ad aumentare, i colori e il paesaggio diventano davvero spettacolari. 
La sua particolarità sta ben fatto che il contrasto tra il bianco brillante della sabbia e l’azzurro del mare le forniscono un aspetto lucente e splendente.
La spiaggia si raggiunge in barca ed è immersa in un grande parco naturale. Non è possibile sostare più di una giornata e non ha nessun servizio (ombrelloni compresi). Anche questo aspetto contribuisce a renderla un piccolo paradiso terrestre e a classificarla tra le spiagge più belle e incontaminate del mondo.
“Non c’è niente come giocare a cricket a Whitehaven Beach, la spiaggia più bella del mondo, e fare il colpo vincente nelle acque calde del mare” Collin McCloud






Playa Balandra a La Paz – Messico

Playa Balandra è una delle spiagge più belle di La Paz e la spiaggia più famosa della Baja California. Situata all’interno di una baia, gode di una calma sovrannaturale, l’acqua è bassa e trasparente, la sabbia bianca morbidissima e un insieme di colori davvero difficile da descrivere. 
Circondata da una vegetazione desertica e immersa tra le sue dune e cactus, regala un paesaggio lunare, arricchito anche da una fauna locale che sembra non aver paura di nulla (specialmente pellicani). 

Questa spiaggia non è attrezzata (solo qualche ombrellone e canoa) ed è forse bella anche per questo. Vi si arriva da una lunga stradina, le dune sono alte e non proprio a due passi dal mare, è molto soleggiata e l’acqua rimane bassa e calma per diversi metri. Le trasparenze sono fantastiche e anche solo camminarci può regalare emozioni bellissime. 
Non è presente inoltre nessun servizio bar o ristorante. 
Playa Balandra è una delle spiagge più belle del Messico, che devono essere viste una volta nella vita. 

Spiaggia Marina Grande di Positano

La spiaggia Marina Grande è sicuramente una delle più note e frequentate di Positano. Una spiaggia che si estende per circa 300 metri, di sabbia scura e acciottolato, affacciata sulle isole Li Galli e circondata dalle casette variopinte tipiche della cittadina. Lo scenario è senz’altro da favola, le sue acque sono di un blu intenso ed è una delle spiagge più gettonate dai vip. 
In spiaggia sono presenti due stabilimenti balneari in cui è possibile noleggiare ombrelloni (che poi sono vicinissimi all’acqua!!) e lettini, e c’è anche un servizio bar. Purtroppo, essendo meta vip è anche piuttosto cara. Una zona invece è adibita a spiaggia libera, più popolare e caotica ma alla portata di tutti.

In prossimità della spiaggia è possibile imbarcarsi per escursioni alle isole Gallo Lungo, Rotonda e Castelluccio, le famose isole delle Sirene, oggi tutelate nella Riserva Marina Protetta di Punta Campanella
L’ambiente suggestivo che circonda la spiaggia la rende davvero unica nel suo genere. E’ un luogo vivace e molto frequentato, l’acqua ha un colore scuro per la sua sabbia scura e, a seconda della stagione e dell’affollamento, può presentarsi più o meno limpida.
Positano è una delle località più belle d’Italia e se la si visita non si può non affacciarsi allo scenario unico di Marina Grande.

Spiaggia La Pelosa – Stintino

La spiaggia La Pelosa è una delle più belle della Sardegna e un vanto tutto italiano. Sabbia bianca, morbidissima e finissima (sembra farina!), mare trasparente e fondale molto basso per diversi metri la rendono adatta anche ai giochi dei bambini. Circondata dalla macchia mediterranea dall’inconfondibile paesaggio e protetta dai faraglioni di Capo Falcone, dall’Asinara e dall’isola Piana, risulta meno ventosa di altre presenti nella zona nord ovest della Sardegna, a dispetto del maestrale. 

Affacciata sul Golfo dell’Asinara, è una meta turistica molto gettonata, soprattutto per le sue acque calme e calde, dal colore azzurro cangiante. Nei mesi più frequentati il parcheggio è molto caro e il mio consiglio è di scegliere mesi meno “battuti”. La Pelosa in luglio e agosto può essere deludente per l’eccesso di bagnanti. La spiaggia è relativamente attrezzata e si consiglia il trasporto del proprio ombrellone.
La Pelosa è una meraviglia unica del Mediterraneo, una di quelle spiagge a portata di mano che non vanno sottovalutate né dimenticate per la loro inequivocabile bellezza. Poco distante c’è un’altra bellissima spiaggia, più piccola, chiamata La Pelosetta.

Le spiagge dell’Isola dei Cervi – Mauritius

L’isola dei Cervi (Ile Aux Cerfs) è un piccolo paradiso in cui si trovano le spiagge più belle delle Mauritius e di tutto il mondo. La sabbia è fine e bianchissima, l’acqua cristallina, l’isola è immersa nella vegetazione ed è  un vero toccasana per gli amanti degli sport acquatici. 
L’isola prende il nome dai cervi di Giava, introdotti dagli olandesi: i veri e propri padroni per molti secoli. Oggi i cervi sono quasi scomparsi e raramente si riesce ad intravederne qualcuno, ma l’isola ne ha conservato il nome.

L’isola si trova sulla costa orientale dell’isola Mauritius, ed è raggiungibile in barca, oltrepassando una laguna di mangrovie. Da qui è possibile raggiungere il Grand Riviere, un fiume famoso per le sue favolose cascate. Non è possibile invece soggiornare sull’isola.
L’isola dei Cervi è una meraviglia della natura e uno di quei posti che bisogna vedere una volta nella vita.
Nota: essendo una delle mete più famose, non è difficile che vi sia sovraffollamento. L’isola comunque ha moltissime spiagge e anfratti solitari, che permettono di accontentare un po’ tutti.

Spiaggia Navajo – Zante

Spiaggia  Navajo  Zante
La spiaggia Navajo (detta anche spiaggia Navagio o del Naufrago o spiaggia del Relitto) è una delle spiagge più belle dell’isola di Zante, situata nell’arcipelago Ionico. Viene classificata tra le spiagge più belle della Grecia, del Mediterraneo e del mondo.
La spiaggia si trova incastonata in un’insenatura rocciosa, molto pittoresca e famosa anche per la presenza di un famoso relitto. La nave in questione trasportava sigarette di contrabbando, e si arenò proprio in questa baia, la cui sabbia bianchissima pare abbia avuto origine anche dalla risacca creata dal relitto.

La spiaggia si trova nella parte nord occidentale dell’isola di Zante. Di colore bianco candido, è costituita da piccoli ciottoli, sassolini bianchi e sabbia molto fine. Si può ammirare dall’alto del promontorio che la circonda, dato da grandi parete rocciose, mentre per visitarla è necessaria una barca.
Il mare blu della Grecia ionica è inconfondibile, mentre nei pressi della spiaggia l’acqua diventa cristallina, esattamente come la vedete nelle foto.